Vai all’ articolo originale

All’ospedale Sant’Andrea di Vercelli e’ stato eseguito un intervento innovativo nel campo della cardiologia. L’operazione e’ stata portata a termine a distanza di pochi giorni dalla prima realizzata a Torino. Su un paziente di 61 anni è stato impiantato un dispositivo che modifica la contrattilità delle cellule miocardiche. L’ uomo, affetto da scompenso cardiaco, era da tempo in lista per il trapianto di cuore, ma senza la possibilita’ di ricevere un organo compatibile. Grazie a questa tecnologia il muscolo cardiaco viene stimolato con impulsi elettrici ad alto voltaggio. L’obiettivo non e’ solo produrre il battito cardiaco, come avviene per i pacemaker, ma determinare una rimodulazione del metabolismo del calcio. Quest’ultimo, infatti, si riduce nel cuore affetto da scompenso cardiaco. La stimolazione prodotta consente una progressiva riattivazione di geni e proteine che regolano il rilascio del calcio, migliorando la funzionalita’ del cuore. L’intervento e’ stato eseguito dal direttore della Cardiologia, Francesco Rametta, e da Lorella Barbonaglia, con il supporto di un ingegnere tedesco arrivato da Monaco.(ANSA)

L’articolo Cardiologia, intervento all’avanguardia proviene da Agro 24.

Vai all’ articolo originale