Vai all’ articolo originale

Dal 1131 il piccolo borgo di Auletta, nel cuore della Valle del Tanagro, è “paese dell’olio e dell’ospitalità”. Una definizione che come un destino ha mantenuto integra la passione nel tutelare prodotti agricoli, tipicità e tradizioni, assieme alla voglia di condividerle. Quì, dove lavoro ha sempre fatto rima con agricoltura, nasce un prodotto di nicchia che ha conquistato chef e gourmet per le sue caratteristiche organolettiche e per la sua versatilità. Ottimo crudo, resta elegante e particolarmente morbido anche dopo la cottura. Un cuore bianco che gli ha conferito una fama che non sempre riesce a soddisfare. Sono ancora pochi

L’articolo VIII edizione della festa 28/30 aprile 1 maggio 2017. “Bianco Tanagro” – Storia, tradizioni e gusto in un carciofo sembra essere il primo su Unico Settimanale.

Vai all’ articolo originale